mercoledì 11 giugno 2014

LA SCUOLA É FINITA

Un altro anno scolastico é passato. Auguro a tutti, ma soprattutto ai miei studenti e alle loro famiglie una FELICE E SERENA VACANZA

venerdì 30 maggio 2014

DIVORZIO BREVE

L’Aula della Camera con 381 sì, 30 contrari, 14 astenuti licenzia finalmente la proposta di legge sul divorzio breve teso a ridurre i tempi dello scioglimento del matrimonio a soli 12 mesi in caso di contenzioso e a 6 mesi per il consensuale. Il testo ora passa al Senato dove si attende la conferma.

31 MAGGIO GIORNATA MONDIALE CONTRO IL FUMO

L'epidemia globale del tabacco uccide quasi 6 milioni di persone ogni anno , di cui più di 600 000 sono non fumatori che muoiono per il fumo passivo . Dati dell'Organizzazione Mondiale della Sanità 

sabato 24 maggio 2014

ELEZIONI EUROPEE, AL VOTO 49 MILIONI DI ITALIANI

Per le elezioni europee in Italia si voterà solo nella giornata di domenica 25, dalle 7 alle 23. Il sistema elettorale èproporzionale con una soglia di sbarramento del 4%. 73 sono i seggi spettanti all'Italia. Saranno divisi tra le circoscrizioni in base al numero di abitanti;  saranno ripartiti proporzionalmente ai voti ricevuti. 

Cinque circoscrizioni: Nord-Est (14 seggi), Nord-Ovest (20), Centro (14), Sud (17) e Isole (8). Gli elettori riceveranno una scheda di colore diverso a seconda della circoscrizione di appartenenza.
(la nostra sarà marrone)
La lista si vota facendo un segno sul simbolo. Si possono esprimere fino a tre preferenze, scrivendo il nome dei candidati prescelti negli spazi accanto al simbolo. Se si esprimeranno tre preferenze, una dovrà essere data a un candidato di sesso diverso. Se tutte e tre le preferenze dovessero andare a candidati dello stesso sesso la terza preferenza verrà annullata.

Possono votare anche i cittadini di altri Paesi membri dell'Ue iscritti nell'apposita lista elettorale del comune italiano di residenza. I cittadini italiani residenti all'estero e regolarmente iscritti all'AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all'Estero) possono esercitare il diritto di voto nel luogo di residenza.

venerdì 16 maggio 2014

IL DECRETO LAVORO ha ottenuto la conversione in legge dalla Camera

D’ora in poi sarà possibile stipulare contratti fino a 36 mesi senza una ragione specifica, così come sarà possibile prorogare un contratto per cinque volte (non più otto come inizialmente previsto dal testo del governo). Fissato un tetto di precari pari al 20 per cento dell’organico stabile: in caso di violazione, il datore di lavoro si troverà a dover pagare una multa, ma non è più obbligato  a stabilizzare i lavoratori assunti fuori quota. 
Se vuoi saperne di più clicca qui

venerdì 2 maggio 2014

Al via la GARANZIA GIOVANI

Parte il piano da 1,5 miliardi per il biennio 2014-2015 per garantire un'offerta di lavoro o di formazione ai giovani tra 15 e 29 anni che non studiano, non sono occupati e non stanno facendo formazione.


martedì 8 aprile 2014

IL GOVERNO VARA IL DEF

Si tratta del Documento di Economia e Finanza che dovrebbe contenere le linee guida per spese e investimenti compiuti dallo Stato nell’anno solare.