lunedì 25 agosto 2014

IL DECRETO CARCERI 2014 È LEGGE. Pubblicata il 20 agosto in gazzetta lalegge di conversione.

Con l'obiettivo di ridurre il sovrappopolamento degli istituti di pena italiani, in seguito ai ripetuti richiami subiti dalla comunità europea, ecco cosa prevede in breve  il testo di legge.


- Limitazione del ricorso al "carcere preventivo". Nei procedimenti per reati puniti con pene inferiori ai 3 anni, non sarà più possibile disporre la custodia cautelare in carcere, ma solo gli arresti domiciliari - ad eccezione dei reati a elevata pericolosità sociale (fra cui lo stalking e i delitti di mafia e terrorismo).

- Risarcibilità in denaro o in sconti di pena per i carcerati detenuti in condizioni inumane. In particolare, coloro che hanno già saldato il loro debito con la giustizia potranno richiedere - entro 6 mesi dalla fine della carcerazione - un risarcimento pari a 8 euro per ogni giornata trascorsa in condizioni degradanti; mentre coloro che stanno ancora scontando la pena avranno diritto a un "abbuono" sul totale della pena pari a 1 giorno ogni 10 trascorsi nelle predette condizioni.

- Estensione delle norme pro minorenni ai soggetti infra-venticinquenni. I soggetti di età inferiore ai 25 anni processati per reati commessi durante la minore età vedranno applicarsi le norme del processo minorile e saranno detenuti negli appositi istituti. Anche in questo caso, sono fatti salvi i reati a elevata pericolosità sociale.


mercoledì 11 giugno 2014

LA SCUOLA É FINITA

Un altro anno scolastico é passato. Auguro a tutti, ma soprattutto ai miei studenti e alle loro famiglie una FELICE E SERENA VACANZA

venerdì 30 maggio 2014

DIVORZIO BREVE

L’Aula della Camera con 381 sì, 30 contrari, 14 astenuti licenzia finalmente la proposta di legge sul divorzio breve teso a ridurre i tempi dello scioglimento del matrimonio a soli 12 mesi in caso di contenzioso e a 6 mesi per il consensuale. Il testo ora passa al Senato dove si attende la conferma.

31 MAGGIO GIORNATA MONDIALE CONTRO IL FUMO

L'epidemia globale del tabacco uccide quasi 6 milioni di persone ogni anno , di cui più di 600 000 sono non fumatori che muoiono per il fumo passivo . Dati dell'Organizzazione Mondiale della Sanità 

sabato 24 maggio 2014

ELEZIONI EUROPEE, AL VOTO 49 MILIONI DI ITALIANI

Per le elezioni europee in Italia si voterà solo nella giornata di domenica 25, dalle 7 alle 23. Il sistema elettorale èproporzionale con una soglia di sbarramento del 4%. 73 sono i seggi spettanti all'Italia. Saranno divisi tra le circoscrizioni in base al numero di abitanti;  saranno ripartiti proporzionalmente ai voti ricevuti. 

Cinque circoscrizioni: Nord-Est (14 seggi), Nord-Ovest (20), Centro (14), Sud (17) e Isole (8). Gli elettori riceveranno una scheda di colore diverso a seconda della circoscrizione di appartenenza.
(la nostra sarà marrone)
La lista si vota facendo un segno sul simbolo. Si possono esprimere fino a tre preferenze, scrivendo il nome dei candidati prescelti negli spazi accanto al simbolo. Se si esprimeranno tre preferenze, una dovrà essere data a un candidato di sesso diverso. Se tutte e tre le preferenze dovessero andare a candidati dello stesso sesso la terza preferenza verrà annullata.

Possono votare anche i cittadini di altri Paesi membri dell'Ue iscritti nell'apposita lista elettorale del comune italiano di residenza. I cittadini italiani residenti all'estero e regolarmente iscritti all'AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all'Estero) possono esercitare il diritto di voto nel luogo di residenza.