giovedì 16 febbraio 2017

VIA LIBERA AL NUOVO SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE

Ieri il Governo ha approvato definitivamente il decreto legislativo, in attuazione della riforma del terzo settore (l. n. 106/2016), che istituisce e disciplina il servizio civile universale, "quale strumento di difesa non armata della Patria ai sensi degli artt. 11 e 52 della Costituzione, di educazione alla pace tra i popoli e di promozione dei valori fondativi della Repubblica", mirando a coinvolgere circa 100mila giovani l'anno in progetti e attività sul fronte sociale ed educativo.
Come funziona il nuovo servizio civile
Il nuovo servizio civile universale impegnerà giovani volontari (di età compresa tra 18 e 29 anni) per 25 ore a settimana, con un modello flessibile dalla durata da "modulare" in base alle esigenze di vita e lavoro (8-12 mesi). 
I programmi di intervento riguarderanno vari settori, tra cui: assistenza, protezione civile, patrimonio ambientale, storico, artistico e culturale, biodiversità, promozione della pace tra i popoli, nonviolenza, promozione e tutela dei diritti umani, ecc.

sabato 4 febbraio 2017

In occasione della giornata mondiale della vita....

Inno alla vita (Madre Teresa di Calcutta)


La vita è bellezza, ammirala.
La vita è un’opportunità, coglila.

La vita è beatitudine, assaporala.

La vita è un sogno, fanne una realtà.

La vita è una sfida, affrontala.

La vita è un dovere, compilo.

La vita è un gioco, giocalo.

La vita è preziosa, abbine cura.

La vita è una ricchezza, conservala.

La vita è amore, donala.

La vita è un mistero, scoprilo.

La vita è promessa, adempila.

La vita è tristezza, superala.

La vita è un inno, cantalo.

La vita è una lotta, accettala.

La vita è un’avventura, rischiala.

La vita è felicità, meritala.

La vita è la vita, difendila.



venerdì 3 febbraio 2017

NUOVO PANIERE ISTAT

Nel paniere Istat per il calcolo dell'inflazione entrano  12 nuovi beni e servizi: i preparati di carne da cuocere, i preparati vegetariani e/o vegani, i centrifugati di frutta e/o verdura al bar, la birra artigianale, gli smartwatch, i dispositivi da polso per attività sportive, le soundbar (barre amplificatrici di suoni), l'action camera, le cartucce a getto d'inchiostro, le asciugatrici, le centrifughe e i servizi assicurativi connessi all'abitazione.
Escono dal paniere le videocamere tradizionali (sostituite dall'Action camera).

venerdì 27 gennaio 2017

CELLULARE SEQUESTRATO DAL PROF:STUDENTE DENUNCIA LA SCUOLA

L'episodio è accaduto a Treviso dove un diciottenne della scuola "Duca degli Abruzzi", si era visto sequestrare dagli insegnanti il telefono cellulare che stava utilizzando in classe
La vicenda accaduta a Treviso e la normativa in merito a questo link

LA CONSULTA MANDA GLI ITALIANI AL VOTO

I giudici hanno abolito il ballottaggio tra le due liste che hanno raccolto il maggior numero di voti, mentre hanno lasciato le pluricandidature, ovverosia la possibilità di candidarsi in più collegi elettorali, ma prevedendo il sorteggio in caso di elezione: è stata infatti dichiarata l'illegittimità della previsione che permetteva al capolista eletto in più collegi di scegliere per quale optare in maniera totalmente discrezionale e gli consentiva, quindi, di stabilire a tavolino a chi garantire un seggio a Montecitorio tra i primi dei non eletti.
Via libera, invece, al premio di maggioranza.
Ora bisogna attendere le motivazioni della sentenza e la pubblicazione e il Consultellum2 sarà così vigente:
- turno unico di votazione
- al partito che supera il 40% dei voti validi viene assegnato un premio di maggioranza di 340 seggi
- i capilista sono bloccati
- il collegio da assegnare al pluricandidato eletto viene estratto a sorte.


MOSCA, PICCHIARE MOGLIE E FIGLI NON SARÀ PIÙ UN REATO


Il testo di legge rimuove dal Codice penale russo il reato di “percosse in famiglia” declassandolo a un illecito amministrativo punibile con un’ammenda tra i 5mila e i 30mila rubli (80-470 euro). L’arresto da 10 a 15 giorni o 60-120 ore di servizio civile. La violenza domestica resterà punibile con 2 anni di carcere solo se ripetuta più volte nello stesso anno o motivata da odio o teppismo.
Per saperne di più clicca qui

martedì 17 gennaio 2017

IN BUS SENZA BIGLIETTO: NON SCENDERE E' REATO

Chi sale sull'autobus senza biglietto e pur rifiutandosi di farlo non scende dal mezzo, commette reato di interruzione di pubblico servizio. Lo ha sancito il Tribunale di Campobasso, con una recente sentenza (la n. 658/2016).